Per COSA SERVE LA FESTA DELLA VISIBILITA’ SAFFICA?

Per COSA SERVE LA FESTA DELLA VISIBILITA’ SAFFICA?

Per COSA SERVE LA FESTA DELLA VISIBILITA’ SAFFICA?

Assai di corrente era effetto nelle mie esperienze da ventenne, negli anni ‘ 70 e ‘ 80

Attualmente, 26 aprile, e la anniversario della visibilita lesbica. Qualora scorriamo il effemeride multietnico dell’attivista Lgbt+, possiamo controllare in quanto c’e una anniversario dedicata alle persone bisessuali (il 23 settembre), una verso menzionare la abuso istituzionale canto le persone intersessuali (l’8 novembre), una per la visuale trans (il 31 marzo), privato di trascurare il Transgender day of Remembrance affinche il 20 novembre di ogni vita ricorda le persone trans vittime della sopruso transfobica.

Non e un accidente in quanto i lesbica non abbiano a oggigiorno coinvolgente il bisogno di fondare una anniversario dedicata particolarmente alla loro visibilita, nemmeno un’altra dedicata specificamente all’omofobia, piu in avanti a quelle giacche valgono attraverso tutte le conformita e gli orientamenti che compongono il nostro magnifico acronimo Lgbt+. Nel abisso magnum generalista, adesso al giorno d’oggi, pur dato che con moderazione perennemente ultimogenito, tutte le sfumature dell’arcobaleno si comprensione nella spiegazione di “gay”. I gay non hanno bisogno di altre date di piu al 17 maggio e al 28 giugno, affinche viviamo con una associazione (e mi sto riferendo a quella occidentale, l’unica di cui io possa dire con contezza) intimamente severo, maschilista e misogina, che dal momento che affronta “la controversia pederasta” si sente indi verso ambiente mediante se stessa, credendo di aver contrassegnato una volta durante tutte la casellina della pazienza.

Le cose stanno cambiando e negli ultimi anni la unione Lgbt+ ha preso continuamente ancora scrupolosita della prosperita delle differenze e della ovvio di creare rappresentazioni variegate, perche non lascino lontano nessun*, ovverosia, che si usa manifestare attualmente, della poverta di edificare le nostre narrazioni al di all’aperto di qualunque modello mainstream. Gli stessi lesbica hanno aperto verso contegno i conti con la propria misoginia e il preciso fortuna, decostruendoli e affiancando sempre di piu e continuamente massimo le altre istanze della nostra organizzazione. La definizione saffica e stata scelta dalle stesse attiviste in reputarsi, nel culmine dell’autodeterminazione, eppure e nondimeno stata scomoda, breve amata, considerata addirittura cacofonica. A questa connotazione negativa ha contribuito l’impronta della pornografia mainstream, in quanto da di continuo per “lesbica” associa un illusorio prodotto di ninfette oppure panterone ipersessuate, che nell’eventualita che la titillano con loro eppure solo finche non arriva un verga salvifico per riportarle sulla affitto via.

Considerazione alla festa della visuale saffica avvengono simultaneamente paio fenomeni giacche contribuiscono alla sua notorieta davvero scarsa: da un parte, il cartellone dell’attivista Lgbt+ dell’ovest e in tal modo carico di date da acclamare cosicche e mediante abile una saturazione, cosicche rende difficile ricordarsi di tutte le soggettivita e conferire verso ciascuna l’importanza che merita. Dall’altro, modo scrive la blogger statunitense Cindy Rizzo,( “l’etichetta di ‘lesbica’ e vista che una segno di un’altra periodo, qeep una giacche richiedeva una turbamento concordia circa modo ti vestivi (jeans, quisquilia espediente), appena facevi sesso (durante modo cordiale e alterno), per mezzo di chi ti associavi (di preferenza per nulla o pochi uomini), e chi escludevi (chiunque fosse transgender, prima di tutto le donne trans). Le donne ancora giovani – quelle cosicche hanno 20 anni attualmente – guardano a quell’epoca unitamente spavento e, in molti versi, dovrebbero corretto farlo. ”

La blocco psicologico e l’insistenza sulla corrispondenza imbarazzavano molte lesbiche, di nuovo ebbene

Il questione e cosicche, benche una preminente instabilita delle nuove generazioni, sia sull’orientamento che sull’identita, continuano per essere in vita donne cosicche si identificano appena lesbiche, e che in quanto tali subiscono maniera meno una doppia affanno, con quanto donne e in quanto lesbiche, nell’eventualita che non di piu, nel caso che incarnino altre riconoscimento oppresse, come l’essere non bianche, disabili, migranti, etc. Non lasciamo l’identita omosessuale con tocco alle Terf, non lasciamo in quanto per direzione verso queste donne diventi, per dirla unitamente Judith Butler, ciascuno steccato identitario affinche esclude a causa di trepidazione di svanire dalla apparenza del societa. Costruiamo tutte totalita una soggettivita omosessuale inclusiva e aperta, in quanto non abbia panico di mescolarsi al resto del umanita Lgbt+, e celebriamola, celebriamoci, escludendo assegnare esagerato aggravio al evento giacche sopra Italia non ci sono adesso celebrities affinche abbiano accaduto coming out: chiosando la azione Pride del 2008, diventiamo noi le nostre medesime superoine della persona quotidiana, diventiamo un esempio verso le altre, mediante termini di autoaccettazione e percettibilita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are makes.